Stampa

Franca Rame Project

A cura di Dale Zaccaria. Aula Magna della Scuola. 8 marzo 2014

Franca-Rame-ProjectSabato 8 marzo, presso il teatro della Scuola Statale Italiana di Madrid, si è tenuto lo spettacolo denuncia Franca Rame Project a cura di Dale Zaccaria.

Mariangela Casalucci, Fiorella Socci, Giuliana Giudice, Marina Mantini, Fiorella De Angelis, Antonia Cilla e Maria Costa, le donne che hanno lavorato all’organizzazione dello spettacolo hanno espresso la loro soddisfazione rispetto alla partecipazione.

Sono state presenti 120 persone e c’è stato un ingresso di 560 euro che, una volta pagate le spese, hanno consentito la donazione di 250 euro alla Rede de Mulleres contra os malos tratos di Vigo, Spagna http://rededemulleres.blogspot.com.es

Aaron Videla ha garantito una eccellente direzione di scena coordinando le luci, con il suono in vivo e la proiezione dei video e lavorando nella parte tecnica relativa alla preparazione della sala con Lucrezia Stringari.

Nella sua presentazione Mariangela ha raccontato come lo spettacolo sia il frutto di percorsi che si incrociano, il suo con quello di Dale e delle altre donne che hanno aiutato nell’organizzazione di queste due giornate, quello di Dale con Franca, dell’idea di portare lo spettacolo qui a Madrid e di farlo proprio l’8 marzo scegliendo questa data simbolica per riaffermare i diritti delle donne. “Siamo, -ha detto-, con questo nostro spettacolo, al fianco delle migliaia di donne che in questo momento stanno marciando qui a Madrid contro il progetto di legge Gallardón, che limita il diritto all’aborto delle donne spagnole e per riaffermare il diritto a decidere sul nostro corpo”.

Il dirigente della Scuola Italiana, Cosimo Guarino, ha ricordato in apertura il filo che lo unisce a Franca Rame. Nel 2008 era il dirigente della Scuola Mamiani di Roma dove fu fatta una scritta indecente sui muri “A Franca Rame le è piaciuto! Onore a Rodulf Rudolf Hess" (delfino di Hitler). In quell’occasione nella scuola si organizzò una assemblea aperta alla cittadinanza in cui fu invitata Franca che partecipò all’incontro, raccontò la sua esperienza e il suo impegno sociale, artistico e politico partendo dall’esperienza di Soccorso Rosso.